versolibero

 

Rodolfo Di Biasio 'visto' dal fotografo Roberto Vignoli

Rodolfo Di Biasio ‘visto’ dal fotografo Roberto Vignoli

Rodolfo Di Biasio ha ricevuto per primo il Premio di Poesia “Solstizio” alla Carriera 2015, sezione alla sua prima edizione all’interno del secondo Festival poetico “verso Libero” che si è tenuto a Fondi (Lt) dal 2 al 4 ottobre scorso. Rodolfo ha ricevuto questo riconoscimento dall’associazione “Libero de Libero” con la motivazione che pubblichiamo quest’oggi a cura di Domenico Adriano, poeta che lo conosce molto bene e che ha intitolato questo suo bell’intervento “Le radici ineludibili”. A caldo il poeta di Formia ci ha confessato: “Vi ringrazio perché in vita de Libero avrebbe voluto premiarmi in un importante concorso, ma non ci riuscì. Ora lo fate voi ed è come se lo ricevessi dalle sue mani”.

 

La locandina della mostra fotografica di De Luca

La locandina della mostra fotografica di De Luca

«Franco De Luca è poeta colto, ironico, fumante, affetto da “clic” fotografico. Bacco e Venere lo proteggono. È persona amabile e riservata. Evita l’ostentazione e il vanto dei propri meriti. Parla e sparla poco, con un tono di voce moderato, per cui devi avere buon orecchio per percepirlo. Ma in bocca ha le parole giuste. In testa e nelle tasche trovi tracce di poesia».

 

12009791_830431693722044_7936925697801927586_n

Venerdì 2 ottobre avrà ufficialmente inizio la seconda edizione del festival poetico ‘verso Libero’, kermesse ideata dall’Associazione Culturale Libero de Libero, allo scopo di diffondere le poesia, promuovere l’arte in ogni sua forma e ridare lustro ad uno dei personaggi più influenti della cultura italiana del ‘900: Libero de Libero, poeta, critico d’arte e narratore, nato a Fondi nel settembre del 1903. Il programma del festival, ricco di eventi di ogni sorta, vedrà protagonisti illustri poeti del nostro tempo, studiosi, attori teatrali, artisti e musicisti. Da oggi, per tre giorni, ve li presenteremo attraverso brevi note biografiche.

Il manifesto del Festival

Il manifesto del Festival

Ottobre è vicino e con lui anche la seconda edizione del Festival poetico “verso Libero”. Già, poetico. Un Festival può essere poetico? Un Festival non è sempre poetico? Il motivo è semplice: la poesia è al centro della tre giorni ed è anche l’obiettivo finale, nonché punto di raccordo. Perché si dice che un brano musicale è una poesia? Chi non ha mai detto che quella prosa è una poesia? Qualcuno si è fermato davanti ad un quadro perché gli sembrava particolarmente poetico? Perché sentiamo dire che quella fotografia ha un che di poetico? Spesso la poesia risposte non dà, ma pone domande nuove, mai poste prima. Il programma che proponiamo è piuttosto variegato, date un’occhiata e passate a trovarci a Fondi (Lt) dal 2 al 4 ottobre nel complesso di San Domenico, centro del nuovo e dell’antico. Come la poesia, tra le arti più longeve al mondo.

premio
La Giuria del Premio Nazionale di Poesia per Opera Prima “Solstizio” ha scelto la cinquina finalista. I cinque autori esordienti in ambito poetico, qui riportati in rigoroso ordine alfabetico, sono chiamati a partecipare ad una lettura pubblica domenica 4 ottobre 2015 alle ore 18.30, in occasione della seconda edizione del Festival poetico “verso Libero” (che si terrà dal 2 al 4 ottobre prossimi, a breve il programma). Solo in tale data saranno decretati i primi tre posti del concorso all’interno di una ufficiale cerimonia di premiazione e davanti ad un pubblico di appassionati, poeti e giurati. Ringraziamo tutti per il numero, ma soprattutto per la qualità delle opere pervenute, elemento che ha reso più arduo e stimolante proprio il lavoro della giuria composta da Milo De Angelis, Davide Rondoni, Claudio Damiani e Francesco Iannone (quest’ultimo solo per quest’anno in qualità di vincitore della scorsa edizione del premio).
Ecco, dunque, i nomi dei cinque finalisti, ai quali facciamo i migliori auguri: