fotografia

LOC serata Acqua 5-12-15

La poesia, la fotografia, e dunque anche il cinema e il teatro: le arti tornano a parlarsi sabato 5 Dicembre a Fondi alla presentazione del volume “Fondi per/corsi d’acqua” curato da Marco Grossi e ideato dalle Associazioni “Giuseppe De Santis” e “Libero de Libero”. Si tratta di una pubblicazione che pone al centro la città di Fondi, con le sue infinite vesti e la sua cangiante paesaggistica, vista, però, con gli occhi di due visitatori d’eccezione; una sorta di rivisitazione contemporanea di quel “Grand Tour” che solo nobili e intellettuali poterono permettersi nei secoli scorsi.

 

La locandina della mostra fotografica di De Luca

La locandina della mostra fotografica di De Luca

«Franco De Luca è poeta colto, ironico, fumante, affetto da “clic” fotografico. Bacco e Venere lo proteggono. È persona amabile e riservata. Evita l’ostentazione e il vanto dei propri meriti. Parla e sparla poco, con un tono di voce moderato, per cui devi avere buon orecchio per percepirlo. Ma in bocca ha le parole giuste. In testa e nelle tasche trovi tracce di poesia».

Il manifesto del Festival

Il manifesto del Festival

Ottobre è vicino e con lui anche la seconda edizione del Festival poetico “verso Libero”. Già, poetico. Un Festival può essere poetico? Un Festival non è sempre poetico? Il motivo è semplice: la poesia è al centro della tre giorni ed è anche l’obiettivo finale, nonché punto di raccordo. Perché si dice che un brano musicale è una poesia? Chi non ha mai detto che quella prosa è una poesia? Qualcuno si è fermato davanti ad un quadro perché gli sembrava particolarmente poetico? Perché sentiamo dire che quella fotografia ha un che di poetico? Spesso la poesia risposte non dà, ma pone domande nuove, mai poste prima. Il programma che proponiamo è piuttosto variegato, date un’occhiata e passate a trovarci a Fondi (Lt) dal 2 al 4 ottobre nel complesso di San Domenico, centro del nuovo e dell’antico. Come la poesia, tra le arti più longeve al mondo.

tracce“Tracce”, dall’evento al racconto, è il percorso trasversale che ha trasformato una prestigiosa rassegna musicale che si è tenuta nell’estate 2014 nel centro storico alto di Terracina in un documentario, una mostra, moltitudine espressiva e riscrittura dell’arte con l’arte. Dal 6 all’8 marzo sarà possibile prendere parte alla rassegna presso il Palazzo della Bonificazione Pontina. Ne parliamo anche sul sito della nostra associazione perchè “Uneven eye” ha realizzato il primo cortometraggio sulla figura di Libero de Libero ed ha preso parte al Festival di poesia “verso Libero”: insomma, si tratta di un collettivo che non si occupa di poesia, ma ne tratta la materia quando fa dialogare tra loro le Muse.