confine bulgaro contro l'immigrazione

confine bulgaro contro l’immigrazione

Appuntamento numero 14/15 per la rubrica a cadenza settimanale sul nostro sito (ci scusiamo per la scorsa domenica, il sentiment era corso via…): ancora alle prese col matrimonio fra notizia e poesia i versi di Elvio Ceci. La parola “Sentiment” è stata coniata intorno agli anni Duemila ed è usata in linguistica per coprire diversi fenomeni, come per esempio attitudini, atteggiamenti (positivi-negativi-neutri espressi) in una serie di testi. Elvio qui prova a cantare il Sentiment che arriva dalle news e a renderlo fisso per sempre: è uno spazio dedicato ad ora. Perché questo momento sta passando. E deve essere cantato. Ogni settimana, le notizie che più girano in rete e nei bar. Il presente è eterno.

Luglio è il mese degli eventi: si chiudono

le menti stanche e tra poco anche gli uffici.

Siamo alle prese con fatti che si susseguono

come lavoro da laboratorio delle tessitrici:

gesti meccanici veloci inesorabili includono

altre microazioni rapide, perfezionatrici.

Volgono a conclusione, nella seconda parte

del Cancro, molte delle iniziate partite a carte.

 

 Il primo che dalla sua poltrona si diparte

è il Ministro dei giochi del Peloponneso:

casco in testa, saluto col clacson e riparte

per la stanza universitaria; ormai reso

martire e genio, ma reale imbrattacarte.

Proprio lui che ha avuto un forte peso

al “NO!”  greco insieme al mondo socialista,

se ne va a tutto gas, come anti-europeista.

 

 Grandi camminatori e corridori in pista,

una fiumana di persone migra in occidente

avendo in tasca il niente o una piccola lista

con un solo numero, cercando l’offerente

migliore per il suo corpo. Ma quale artista

ha suggerito alla Bulgaria di porre a oriente

una recinzione di metallo e filo spinato,

al confine serbo, contro ogni emigrato?

 

A Bruxelles hanno messo il negoziato

con la Grecia, da salvare, in pausa caffè;

mentre si allunga il rosso protettorato

della Russia. Con un colpo risolve tre

inghippi: aiutare il Paese sanzionato,

lasciare il Paese bombardato (Ucraina) e

avere fornitura al Paese della vodka fredda.

Gazprom in Grecia prima che raffredda!

Il crocifisso falce e martello consegnato al Papa

Il crocifisso falce e martello consegnato al Papa

Sgomenta mi sembra fa faccia semifredda

di vescuvuccio di Roma nel viaggio in Bolivia:

costretto dalla politica a dire un “Bedda!”

a un Cristo incastonato nel martello che archivia

contraddizioni storiche; e la falce che rifredda

rapporti diplomatici. Statua che, trivia,

giace ferma e unisce tra le ideologie eterne:

ateismo, comunismo e Dio…chi li discerne?

 

“No, no, no, no…” la cabina elettorale secerne

voti inequivocabili: il popolo ha ormai vinto!

Fiero della vittoria, il condottiero nelle taverne

di Bruxelles festeggia e firma, ormai convinto,

le richieste dell’europarlamento. Tra le lanterne

della politica Tsipras gira dentro un recinto,

cercando un briciolo di orgoglio e azione,

tradendo il voto senza alcuna giustificazione.

 

Tra i barconi, con gli immigrati, in navigazione

c’è anche il caldo torrido che brucia la pelle;

caldo africano che fa accettare ogni dichiarazione

di Renzi: “Ho fatto tardi, ma ho buone novelle:

stavo salvando l’Europa: come sai, ho la soluzione”

Mi ha ricordato quelle gioiose risate a crepapelle

fatte con B. quando  dichiarava di essere stato

il migliore Presidente di questo italico Stato.

 

Se ci pensi, aveva ragione, tutto sommato…

Guarda il povero e onesto medico di Crocetta,

Matteo Tutino, primario di Palermo, intercettato

ha detto che la Borsellino deve finire in fretta,

da una bomba, con il corpo bruciato e spezzettato,

come il padre.  Il Presidente sembra non dargli retta;

ma tace, forse rispettoso del pensiero, omertoso

sicuramente ad un concetto chiaramente mafioso.

 

L'attentato a Paolo Borsellino

L’attentato a Paolo Borsellino

The following two tabs change content below.
Elvio Ceci

Elvio Ceci

Elvio Ceci è nato a Roma nel 1987; si è laureato, nella triennale, in Linguistica a Bologna su una tesi in analisi dei linguaggi interni a sistemi connessionisti, come mente cervello e web. Ha frequentato una laurea specialistica a Siena in Studi Linguistici e Cognitivi, con una tesi in Logica dei Linguaggi Naturali, studiando il Paradosso della Conoscibilità. Ha vinto il PhD presso l’università americana Constantinian University con un progetto di analisi dei linguaggi finanziari attraverso metodi formali e computazionali. È responsabile dell’area di Linguaggio e Logica presso il centro studi Glocal University Network. Ha pubblicato una sua raccolta di poesie dal titolo "Dall’assurdo segue ogni cosa".
Tags: , , , , , , , , , , , , ,