News

Sabato 3 Ottobre sarà la seconda giornata del Festival Poetico “Verso Libero”. Sarà una giornata ricca di ospiti illustri del panorama culturale nazionale. La giornata si aprirà alle 10,30 con l’inaugurazione di una biblioteca, la quale prenderà proprio il nome dal poeta “Libero de Libero”, nel foyer dell’omonima sala. Sarà all’interno del Complesso di San Domenico, sullo stesso piano della Sala in onore al pittore Purificato e al regista De Santis. La biblioteca, grazie ad una idea congiunta tra l’associazione “de Libero” ed il Parco Naturale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, ospiterà una selezione di alcuni dei libri  più significativi e importanti della poesia italiana del Novecento, fino ai nostri giorni. L’evento si svolgerà alle ore 10.30 al foyer della sala “Libero de Libero”. Per l’occasione verrà proiettato un documentario prodotto da RAI TECHE, con il titolo “Gli approdi di de Libero”. Sarà presente la regista Silvana Palumbieri.

La locandina della mostra

La locandina della mostra

Avrebbe compiuto esattamente cent’anni Domenico Purificato, se ancora fosse esistente. Non diciamo “vivo” perché vivo lo è ancora con tutta la sua opera. Nel centenario della sua nascita Fondi, città natale del pittore, tributa a “Menico” una mostra necessaria, ancora viva in colori e figure. L’esposizione sarà inaugurata oggi, 19 agosto 2015, e rimarrà aperta fino al 10 ottobre nel complesso di San Domenico all’interno della sala che porta il nome dello stesso artista celebrato, mentre un reading tematico (dal titolo “Ut pictura poesis”) si terrà all’interno del Festival poetico “verso Libero” che si terrà in città dal 2 al 4 ottobre prossimi. L’iniziativa nasce da un’idea del Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi.

A sx de Libero con Luigi Coppa in vacanza a Ischia

A sx de Libero con il poeta Coppa in vacanza a Ischia

Pubblichiamo un racconto inedito del poeta e artista ciociaro Sergio Zuccaro che ha conosciuto de Libero e ne ha condiviso gli ultimi anni di vita. Quello che segue è un aneddoto squisito che ci rivela molto della personalità deliberiana. Ringraziamo Zuccaro infinitamente per il dono.

 

Ho conosciuto Libero De Libero nella metà degli anni Settanta a Patrica. Dagli amici si faceva chiamare Mario. Il suo nome gli pareva troppo letterario e troppo ingombrante per la complicità di un convivio, il poeta cercava di sparire dietro un’onomastica più frequentabile.

premio

Pubblichiamo di seguito la rosa dei dieci semifinalisti del Premio Nazionale di Poesia per Opera Prima “Solstizio”, dal titolo della prima raccolta di poesie pubblicata da Libero de Libero nel 1934 nei Quaderni di Novissima: Giuseppe Ungaretti fu tra i “sostenitori” di quella silloge. Intorno al mese di agosto pubblicheremo i cinque finalisti che saranno invitati a prendere parte al Festival di poesia “verso Libero” a Fondi (Lt) nella giornata del 4 ottobre 2015, quando potranno leggere i loro testi di fronte ad un pubblico di lettori, poeti e appassionati. E soprattutto, davanti alla giuria: Milo De Angelis, Claudio Damiani, Davide Rondoni e Francesco Iannone decreteranno in quella occasione i tre vincitori della seconda edizione del premio. Questi i semifinalisti in ordine alfabetico:

Il poeta Mario Mastrangelo

Il poeta Mario Mastrangelo

Mario Mastrangelo, poeta dialettale di origini campane, sarà l’ultimo ospite dell’anno scolastico 2014/2015 del liceo “Leonardo Da Vinci” di Terracina giovedì 28 maggio alle ore 15. Nell’Aula Magna della scuola dialogherà con gli studenti, con i docenti e con il pubblico presente nell’ambito del Progetto  “L’albero della poesia – Incontri con la poesia contemporanea”, giunto a conclusione del suo secondo anno. Mastrangelo presenterà, in particolare, il suo ultimo libro “Nisciuna voce”, edito da Raffaelli (Rimini). A seguire il poetry slam con i ragazzi della scuola.