In occasione della Settimana della lingua italiana nel mondo, gli studenti della facoltà di Filologia Italiana dell’Università degli Studi di Belgrado hanno ideato un evento sulla poesia italiana, dalle origini fino ad oggi: “Cantastorie, poesie in viaggio dall’Italia alla Serbia”. Venerdì 19 ottobre 2018 a partire dalle ore 20 a Belgrado ci saranno letture, musiche dal vivo, performance di slam poetry, proiezioni di cortometraggi e  attività di scrittura collettiva. Ognuno è invitato a portare poesie di autori italiani che più lo hanno segnato, raccontando il perché e la storia che lo lega a quell’autore.

In questo evento una sezione sarà dedicata anche a Libero de Libero che prevederà una descrizione della figura del poeta, del critico d’arte e intellettuale ad opera del ricercatore Elvio Ceci; verranno lette poesie dell’autore di “Scempio e lusinga” e alcuni brani da “Borrador” e durante l’evento verrà proiettato il cortometraggio “Camera Oscura” (A. Fasolo, 2013) prodotto dall’associazione culturale “Libero de Libero”.

L’entrata prevede un’offerta minima che sarà interamente donata all’associazione che si occupa del recupero e dell’integrazione di persone con disabilità mentale.

 

Qui il link dell’evento: https://www.facebook.com/events/240499376618283/

 

 

L'evento si svolgerà presso Kvaka 22, centro culturale di Belgrado

L’evento si svolgerà presso Kvaka 22, centro culturale di Belgrado

The following two tabs change content below.
Elvio Ceci

Elvio Ceci

Ricercatore
Elvio Ceci è nato a Roma nel 1987. Linguista e poeta: si occupa di logica dei linguaggi naturali applicati all'analisi del Sentiment, insegnamento della lingua italiana a stranieri attraverso la poesia e poesia contemporanea con un'attenzione fissa all'oralità. Ha pubblicato tre libri di poesia "Dall'assurdo segue ogni cosa", "Pareidolia - vedere ciò che non c'è", "Officina della poesia".