ferrero

Calcio e poesia: “ma che c’azzecc’?”. Calcio e poesia non sono fratelli, diciamolo. Neanche cugini di secondo, terzo o quarto grado all’ombra. Insomma, tra i versi e il mondo pallonaro non esiste parentela. Eppure spesso assistiamo a riferimenti che suonano più o meno così: “La poesia del calcio”, per un gol o la grande giocata di un campione. Allora partiamo da qui, con una riflessione che è tutta nostra, per arrivare lì, al presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. Dice: “E mo che c’entra questo?”. C’entra eccome, abbi pazienza e te lo spieghiamo.